lunedì 18 maggio 2009

dormendo


Mi piace dormire. E mi piace sognare . Anzi a volte non vedo l'ora di addormentarmi per vedere che sogno farò.
Avverto dei passi sul tetto, ma chi può camminare sul tetto? Forse un gatto. Ma i gatti hanno il passo felpato.
L'abbaino lasciato aperto, comincia a far caldo. E' solo un pensiero che ogni tanto ritorna. Come una spia che lampeggia nel cervello in standby. Sogno. Mi vedo dormire. Vedo la stanza dall'alto, come se nuotassi ad un metro sopra di me. Vedo gli oggetti che conosco, il cuscino "perchè i pesci non affoghino" e quell'altro, ultimo regalo di Tra le Pagine, che cita me stessa e incita ad "impastare, per stemperare tutte le emozioni che hai sottopelle".
Poi Salmoni, Sardine e un divano, un divano con sopra seduto un uomo che mi guarda dormire.
Nel sogno mi spavento. C'è qualcosa di inquietante e non capisco cos'è.
Poi mi rassereno, è solo che anche in sogno io so bene di non avere nessun divano. Ora sono tranquilla e posso scendere, riunirmi al mio io dormiente e lasciar defluire il sonno fino al risveglio.
Il sonno ha fatto il suo lavoro e mi ha riposato. Ha fatto anche di più, mi ha ridato un allegria che non provavo da tempo.
Sul tavolo c'è un barattolo di vetro con dentro dei fiori e io non riesco proprio a ricordare di averceli messi.
Li guardo e mi sento bene. Come nuova.

1 commento:

Chiara.u ha detto...

I sogni... anch'io a volte non vedo l'ora di chiudere gli occhi... ma sarà poi un bene? A volte mi rendo conto che non vedo l'ora di chiudere gli occhi... ma sarà poi un bene? Forse ho solo bisogno di riposare un pò...
La primavera a me fa davvero brutti scherzi... altro che "svegliatevi bambine"!! A te no?
:)