martedì 20 aprile 2010

piccole riflessioni dalla guardiola



Certo è che questa attività non finisce di insegnarmi.

Un comodo osservatorio sulla gente, una piccola palestra antropologica.

Esagero? Può darsi, ma credo che uno stage di portinariato potrebbe essere utile come formazione in diversi campi: da quello medico e psichiatrico a quello investigativo.

Oltre alle ormai inevitabili riflessioni suscitate dalle caratteristiche della spazzatura - ogni palazzo definisce il suo DNA in quello che butta - oggi, ormai entrata nel terzo anno di portinariato occasionale itinerante, sono in grado di riconoscere al primo colpo i Consiglieri Condominiali.

E' molto semplice. Il Consigliere, in qualsiasi zona della città, in qualsiasi tipo di palazzo ha una caratteristica comune che indossa come una divisa.

Il Consigliere Non Sorride. Mai.

Le prime volte è ovvio lo fa per non darti confidenza. Ma poi con il passare dei giorni il suo cipiglio è un monito per noi scansafatiche ben imboscati.

Il suo sguardo acuto e la mascella immobile esprimono un' unica certezza:
" Ti tengo d'occhio."

Ed io, mite e solerte, non posso che rispondere mostrando lo sguardo attento e il cencino sempre pronto.

foto presa da: http://www.ilnostrocondominio.blogspot.com/

1 commento:

momo ha detto...

caspita lolla. hai ragione! e poi son zelantissimi!!!! e sanno tutto. e vivono lì da anni e cosa vogliamo saperne noi...! brava baci